domenica 18 dicembre 2016

Le mie ultime difese di Marco Vetrugno (Manni)

XXI

Dovresti andartene adesso.
Qui non rimarrà niente.
Troverò io
il modo per scaldarmi.
Il pensiero di te
sarà l'ultimo
ad abitare
questo mondo.
L'ultimo
fra palazzi piegati e notti eterne 



Nato nel 1983 a San Pietro Vernotico, vive da sempre a Lecce. Studia Beni culturali all’Università del Salento. Appassionato di lettura e scrittura, nel 2012 ha pubblicato la raccolta di versi Poetico delirio (Lupo)

Nessun commento:

Posta un commento